RESTYLING

L’ingresso diventa una stanza.

18 GIUGNO 2020

Una bellissima casa. I volumi ben pensati per creare ambienti molto ampi e luminosi. Gli arredi ed i colori decisi ed eclettici. Non avevo focalizzato nessuno stile se non un armonia di abbinamenti strani. Unica pecca: l’ingresso, così grande e così vuoto da togliere ogni meraviglia al resto. L’obiettivo era creare un ambiente che fosse prima impressione e racconto di quello che sarebbe successo nei prossimo ambienti. La lista dei desideri del cliente era lunga, ma fortunatamente avevo spazio per spuntarla.
Il risultato è un cono visivo che punta a sinistra, dove poi si sviluppa il soggiorno. Sulla destra, ci sono indiscreti, uno specchio con seduta e un armadio a muro che funge da guardaroba e ripostiglio. Sulla sinistra, la parete si anima per attirate la nostra attenzione: mensole sul termosifone per nasconderlo,  un’area dedicata alle foto di famiglia, ed un angolo svuota tasche con madia vintage e quadro di papaveri rossi, accattivante e premonitore della forza del resto della casa. Tocco finale un paio di piante dalle grandi foglie, verso la porta d’ingresso, e alla fine dell’ambiente come passaggio per il successivo.

ingresso vista portone
ingresso vista interno
poltrona gialla con pampas
mensole con fotografie
ingresso bonsai
madia con quadro papaveri
madia con quadro papaveri rossi
testo: Mariangela Varalli
ph: Mariangela Varalli. Disegno tecnico e foto dell’ambiente ingresso.